Conoscete Kalulu? Ci trovate anche lì!

Pubblicato in News

La nostra pagina di Kalulu: https://kalulu.it/providers/barikama-coop-sociale

Cos’è Kalulu?

(articolo copiato e incollato da qui: http://www.neovecchiostile.com/kalulu-la-filiera-corta-nel-tuo-quartiere-in-un-click/)

Kalulu, tornando a noi, è un sito (speriamo arrivi a breve anche una app) su cui potete trovare i produttori locali più vicini a voi. Mi spiego meglio. Vi iscrivete, inserite il vostro cap, e scoprite così le offerte distibuite nella vostra zona. In base a quello che è il vostro quartiere, vi verranno proposti diversi luoghi di consegna. Nella prossima immagine, potete vedere ad esempio gli utenti della mia zona e i miei luoghi di consegna. Kalulu-filiera-corta-roma-neovecchiostile-ricerca-cap

 

Qui di seguito invece potete vedere un’immagine che vi spiega come appaiono le varie offerte. Su questo sito si trova frutta, verdura, vino, pane, olio, prodotti di origine animale: tutto ciò, insomma, che può essere proposto da piccoli o medi produttori.

Kalulu-filiera-corta-roma-neovecchiostile

Come funziona l’acquisto?

Nello specifico, voi potete iscrivervi ad un’offerta e prenotare quindi il vostro acquisto. Ad esempio io, questo pomeriggio, dalle 18:10 alle 18:40, sarò al luogo di consegna stabilito per ritirare panini biologici certificati a lievitazione naturale di 48h di un’azienda a conduzione familiare della Sabina e fragole bio provenienti dalla zona dell’Agro Romano.

 

Perché acquistare tramite Kalulu?

In poche parole, rimanendo nel quartiere, si riescono ad acquistare prodotti biologici certificati. Inoltre, in momenti di crisi, tornare ad una filiera corta, può aiutare i produttori più piccoli a crescere e a sopravvivere. Se poi devo proprio dirvela tutta, l’idea di acquistare prodotti della terra dalle mani di chi quella terra l’ha lavorata, mi riempie il cuore di energia nuova e positiva.

Spero davvero che questo post, nonostante tratti di un argomento particolare, possa esservi utile.

351b7fd1-dbf8-4ad8-98f9-0b0221830c28Untitled_design

Clicca sull’immagine o sul logo per accedere alla nostra pagina di Kalulu

 

Fonte dell’ articolo: http://www.neovecchiostile.com/kalulu-la-filiera-corta-nel-tuo-quartiere-in-un-click/

Vota per Barikamà: Bando Agricoltura Sociale 50.000 euro

Pubblicato in News

 

Bando Agricoltura Sociale: premio 50.000 euro

27AFratoni-96791Abbiamo partecipato ad un bando sull’ Agricoltura Sociale da 50 mila euro per l’inserimento sociale e lavorativo di ragazzi Africani che sono stati sfruttati nelle campagne Italiane e ragazzi Italiani con sindrome di Asperger attraverso la produzione, distribuzione in bici e vendita di yogurt e verdure biologiche (vedi descrizione sintetica sotto).

Per vincere serve il tuo voto!

(il progetto che ottiene più voti ha 5 punti in più nella graduatoria)

Per votare:

–  iscriviti http://www.coltiviamoagricolturasociale.it/iscriviti/

– conferma l’email

– va qui http://www.coltiviamoagricolturasociale.it/progetto/verdure-yogurt-bici/ e clicca sotto la scritta “Vota”.

Diffondi a più persone possibili!

Vota entro il 29 Novembre 2016 ore: 23:59

Descrizione Progetto

‘Verdure e yogurt in bici: un incontro di culture tra città e campagna
è un innovativo progetto della Cooperativa Sociale Barikamà in collaborazione con l’ Azienda Agricola Eredi Ferrazza gestito da e per ragazzi Africani che sono stati sfruttati come braccianti agricoli nelle campagne Italiane e ragazzi Italiani con Disturbo dello Spettro Autistico. Riguarda l’inserimento sociale e lavorativo attraverso la produzione, trasformazione, distribuzione in bici e vendita di yogurt ed ortaggi biologici. Le persone, la sostenibilità ambientale e la condivisione delle culture sono al centro della nostra attività. Dalla terra diffondiamo reti di cittadinanza attiva che uniscono la città alla campagna e contrastano l’isolamento. Vienici a trovare, partecipa ai nostri laboratori, ti faremo assaggiare i nostri buonissimi prodotti artigianali a Km 0!

 

GRAZIE!

Parlano i soci: il video di Cheikh Diop Barikamà

Pubblicato in News

Parlano i soci: il video di Cheikh Diop

“Sono Cheikh vengo dal Senegal e sono arrivato in Italia 8 anni fa. Ho provato dei test per giocare a calcio in Portogallo ma è andata male. Non avevo i documenti ed era difficile trovare lavoro, e frequentavo la Snia. Ora sto lavorando a Barikamà faccio l’orto e la produzione dello yogurt a Martignano e il fine settimana faccio i mercati. Mi trovo bene, anche se economicamente non guadagnamo quello che lavoriamo e stiamo tutti sperando che diventerà un vero lavoro per tutti noi.”


13614995_555704657934628_6955555939453065447_nCheikh Diop

Mi chiamo Cheikh Diop e vengo dal Senegal, sono il Italia dal 2007 e ho sempre vissuto a Roma. Da quando ho iniziato a fare parte di questo progetto, a parte il sostegno economico, la mia esperienza è stata anche uno scambio culturale, imparando l’italiano e facendo imparare agli Italiani la cultura Africana.
Seguici-su-youtube

Comunicato Barikamà per la situazione del chiosco-bar del Parco Nemorense

Pubblicato in News

SITUAZIONE DEL CHIOSCO-BAR DEL PARCO NEMORENSE
Aggiornata al 08/06/2016

340114_20140323_chiosco

 

Barikama’ vince il bando per la gestione del bar e la manutenzione del Parco Nemorense, ma a distanza di otto mesi la convenzione non è ancora stipulata.
A Ottobre 2015, la Cooperativa Sociale Barikama’ http://www.barikama.altervista.org/, vince un bando del Comune di Roma per la gestione del bar situato all’interno del Parco Nemorense e la manutenzione del parco stesso. Barikama’ vince quale capofila di un’ATI costituita tra l’altro da Grandma srl, bistrot gestito da ragazzi trentenni nel quartiere del Quadraro vecchio, e dall’Azienda Agricola Eredi Ferrazza, situata in riva al lago di Martignano, che già collabora con Barikama’ nella produzione di yogurt e ortaggi biologici.

La proposta progettuale presentata da Barikama’ ha come obiettivi:

1) fornire un servizio di bar e di eno-gastronomia caratterizzato da produzioni artigianali, prodotti biologici e/o a Km 0, e prodotti del commercio equo e solidale;
2) sostenere l’inserimento lavorativo e sociale di persone svantaggiate sia Africane che con Condizione dello Spettro Autistico;
3) rendere il Parco Nemorense un luogo di interesse socio-culturale e di aggregazione che faciliti il rafforzamento e la creazione di reti sociali e la crescita del senso civico attraverso iniziative che promuovano la partecipazione attiva, la condivisione di saperi e abilità, gli stili di vita sostenibili e la solidarietà e che prevedano il coinvolgimento di gruppi/associazioni in particolare attivi nel Secondo Municipio.

 Il bando

Il bando, promosso congiuntamente dal Dipartimento Patrimonio Sviluppo e Valorizzazione e dal Dipartimento Tutela Ambientale – Protezione Civile di Roma Capitale, intende promuovere l’utilizzo di locali e spazi inutilizzati per attivare progetti virtuosi di sviluppo e promuovere l’imprenditoria giovanile al fine di rivitalizzare il tessuto sociale ed economico della Città. Responsabile del procedimento è il Direttore della Direzione Gestione Amministrativa del Dipartimento Patrimonio – Sviluppo e Valorizzazione, Dr.ssa Clorinda Aceti.
[BANDO]

Il bando prevede tra l’altro:
a) la gestione per 6 + 6 anni del bar che attualmente riversa in uno stato di abbandono da quando è stato chiuso nel 2014;

b) un canone concessorio pari a Euro 4.683,92 mensili (euro 56.207,04 annui) (cfr Art 3 del Bando);
c) l’obbligo per il concessionario di eseguire la manutenzione delle aree a verde del Parco Nemorense e dei bagni pubblici (cfr Art 3 e All. 1 );
d) l’esclusiva competenza del Dipartimento Tutela Ambientale- Protezione Civile per la valutazione e l’individuazione dell’abbattimento del canone concessorio in relazione alla qualità e alla quantità dei servizi manutentivi posti dall’Amministrazione Capitolina a carico del concessionario (cfr. Art 6).

Con la domanda di partecipazione al bando, Barikamà, quale mandataria dell’ATI assegnataria, ha inteso, a rigore dello spirito stesso del bando (i.e., in primis, assicurare la dovuta manutenzione al Parco Nemorense, giardino storico sottoposto a tutela ai sensi del D.Lgs 42/2004, da anni in stato di semi abbandono),compensare integralmente il canone concessorio, così come specificato dall’Art 3 del Bando, con lo svolgimento delle attività manutentive, attraverso l’assunzione di 2 lavoratori full time e uno part time. Del resto, è lo stesso bando che pone obbligatoriamente a carico del concessionario detti lavori di manutenzione e cura del parco ed è lo stesso bando che ne prevede la compensazione con il pagamento del cannone concessorio che, appunto, a rigore del bando, può essere corrisposto anche mediante la prestazione di servizi. E’ lo stesso bando che pone esclusivamente in capo al Dipartimento Tutela Ambientale il potere-dovere di valutare la congruità dei servizi di manutenzione del parco, la loro valorizzazione economica e la loro compensabilità con il canone concessorio.

Pagare l’affitto con il lavoro o pagare il doppio?

Il 14 Ottobre 2015 il Dip. del Patrimonio (Direttore Dr.ssa Clorinda Aceti, prot. 27176) chiede al Dip. Tutela Ambientale di definire l’entità dell’abbattimento del canone e quest’ultimo, il 15 Gennaio 2016 stabilisce, in base ai poteri conferitegli dal bando, che “il canone concessorio dovuto è integralmente compensato dallo svolgimento delle attività di manutenzione” (Direttore di Direzione Dr. Antonello Mori, prot. 1894.  Il  Dipartimento del Patrimonio (diventato Dirigente il Dr. Angelo Gherardi) si oppone adducendo alternative (erronee) interpretazioni al bando e il 12 Aprile 2016, lo stesso giorno in cui riceve un’ulteriore comunicazione dal Dip. Tutela Ambientale (prot. 19274) – noncurante delle determinazioni del Dipartimento tutela Ambientale in merito al pagamento integrale del canone mediante la prestazione di servizi di manutenzione del parco – richiede unilateralmente a Barikama’ (prot. 9404) di pagare in denaro l’intero canone oltre a farsi carico della manutenzione del parco, il che, in sostanza, corrisponderebbe a pagare un doppio canone concessorio (9368 euro/mese, di cui circa 4.600 per la manutenzione del parco e circa 4.600 da pagarsi in denaro; esattamente il doppio del valore previsto nel bando!)
Il 3 Maggio 2016 Barikama’ incontra il Dr. Gherardi, l’allora Dirigente del Dipartimento del Patrimonio, per trovare una soluzione e all’incontro fa seguire una nota del proprio legale, avv. Alberto Angeloni dello Studio DLA Piper, (protocollata l’11 Maggio 2016 dal Dip. Del Patrimonio Prot. QC/2016/0012669) rimasta ancora priva di riscontro.

Il 1° Giugno u.s., il Dr. Gerace, Presidente del Secondo Municipio, nel quale è sito il Parco Nemorense, organizza un incontro presso il Campidoglio per cercare di trovare un accordo. All’incontro partecipano tra gli altri:

–      Dr. Livio Panini d’Alba e Dr. Bruno Spadoni,sub commissari facenti funzione del Sindaco

–      Dr. Carlo M. L’ Occaso, Dirigente U. O. Gestione Concessioni del Dip. del Patrimonio

–      Dr. Pasquale Libero Pelusi, Direttore Dipartimento di Tutela Ambientale

–      Dr. Angelo Gherardi attuale Direttore della Direzione Gestione Territoriale Ambientale e del Verde ed ex Direttore del Dip. del Patrimonio

–      Dr. Giuseppe Gerace, Presidente del Municipio II

–      Barikama’ e Grandma con l’assistenza dall’avv. Alberto Angeloni dello Studio  DLA Piper

A tale incontro, il Dr. L’Occaso, discostandosi ancora dalle note emesse dal Dip. Tutela Ambientale, indica di poter riconoscere i servizi prestati per la manutenzione del parco nella misura dell’80% e quindi ritiene che l’aggiudicataria debba prestare integralmente i servizi di manutenzione del parco sostenendone integralmente i costi (che saranno riconosciuti dal Comune solo nella misura dell’80%) oltre a versare in denaro oneri concessori per il rimanente 20% nella misura di circa 900 euro/mese. In sostanza, il Dip. del Patrimonio, chiede che l’aggiudicataria paghi al Comune un canone concessorio pari al 120% circa di quello di cui al bando!

La proposta avanzata durante l’incontro, e che sembra essere avvallata da i sub commissari, è di “abbattere” il canone da corrispondersi in denaro dell’ 80% (come chiesto dal Dip.  Tutela Ambientale) ma di diminuire conseguentemente l’ammontare dei servizi di manutenzione del parco posti a carico dell’aggiudicataria.
Il Dipartimento del Patrimonio, in persona del Dr. L’Occaso, rifiuta la proposta avanzata da i sub commissari e dichiara – senza dedurre alcuna ragione giuridica a supporto – di voler annullare il bando ovvero  di scalare la graduatoria e chiamare per la stipula della concessione i secondi in graduatoria.

L’indicazione del Dr. L’Occaso di annullare il bando o, in alternativa (le cose appaiono incompatibili invero), scalare la graduatoria e assegnare ai secondi lascia perplessi i sub commissari e tutti i presenti. Ne segue una discussione accesa con l’abbandono da parte del Dr. L’Occaso e del Dr. Pelusi della sala e di un sub commissario che dichiara che prederà provvedimenti disciplinari a carico dei due funzionari.

E ora?
Barikama’ vuole, come è suo diritto, aprire il prima possibile il bar e mantenere il parco Nemorense per fornire un servizio alla cittadinanza e sostenere l’inserimento sociale e lavorativo di giovani e persone svantaggiate, compensando integralmente il canone d’affitto attraverso il suo lavoro, ma a quanto pare, inspiegabilmente, non è così facile come sembra.

Per qualcuno questa concessione non s’ha da assegnare…

Abbiamo tante zucchine mature!

Pubblicato in News

Nel nostro orto sono ormai mature tante tante tante zucchine!! Sono biologiche (certificazione ICEA) e di vari tipi: tonde, nere e romanesche.

Se qualcuno le volesse può farne richiesta all’email: [email protected]

Ne saremo veramente felici

Se volete anche altri prodotti dell’orto potete trovarli qui:  “I nostri Ortaggi”. Aprendo il listino, alla fine, troverete gli ortaggi e lo yogurt Barikamà.

Sarà sufficiente comunicare la quantità di ortaggi (o di yogurt) richiesta, all’email specificata sopra, chiedendo in che giorno e a che ora si è disponibili a ricevere e DOVE.

Facciamo consegne a tutta Roma e dintorni.

Grazie mille in anticipo

P.s. le foto sotto sono state prese da Internet 

28-29 Maggio a Treviso alla Fiera 4 Passi!

Pubblicato in News

slide-FB-1-coop (1)

Abbiamo deciso di partecipare alla splendida Fiera 4 Passi anche il 28 e il 29 Maggio!

Programma secondo fine settimana

Porteremo con noi oltre al nostro yogurt, anche diversi prodotti di Casale Nibbi, come:
– stracchino
– latte (mucca)
– scamorza
– caciotta stagionata

E prodotti del Casale di Martignano:
– caciotta stagionata con latte di pecora
– cardo di Martignano stagionato 2 mesi con caglio vegetale
– caciotta (cacio martino) stagionato 1 mese e mezzo
– crema di majio
– latte di pecora
– ricotta
– salamella
– ricotta
– mortadella

Come la volta precedente, siamo disponibili a deviare brevemente il percorso di andata o di ritorno, verso qualche città di passaggio come: Firenze, Bologna, Ferrara, Rovigo, Padova e anche Venezia.

Se interessati e in gruppo numeroso contattateci! Al numero di Barikamà: 3396450624

Partiremo domani da Roma. Il 27 Maggio 2016.

21-22 Maggio a Treviso alla fiera 4Passi. Qualche città di passaggio vuole lo yogurt?

Pubblicato in News

slide-FB-1-coop (1)

Il 21 e il 22 Maggio 2016 saremo alla fiera 4Passi a Treviso al parco Sant’Artemio.

Per info Programma fiera 4passi

Guardando il tragitto, passeremo sicuramente vicino ad alcune città come Firenze, Bologna, Ferrara, Rovigo, Padova e anche Venezia.

Partiremo carichi di yogurt da Roma con il nostro “nuovo”, si fa per dire, furgone e se abbiamo delle grosse richieste possiamo pensare di deviare il nostro tragitto e fare un salto nelle città di passaggio, unicamente per distribuire il nostro yogurt!!

Se siete dei GAS o un grosso gruppo di persone interessate, non esitate a contattarci! Rimane poco tempo.

Numero di telefono di Barikamà: 3396450624

Grazie mille